Quando Muoio Io per Umanità Migrante


6 novembre 2019 | Teatro San Carlino - corso G. Matteotti, 6 Brescia
Alle ore 20:30

Torna lo spettacolo di Teatro19 QUANDO MUOIO IO nell’ambito della rassegna UMANITà MIGRANTE.

INGRESSO GRATUITO

Lo spettacolo di Teatro19 prende le mosse daun feroce fatto di cronaca provando a dare un nome a chi è solo un numero, provando a dare voce a chi voce non ha più, tentando di restituire almeno un poco della dignità estorta, nella convinzione che questa sia una storia da raccontare. Perché solo il gioco del caso e del destino ha fatto si che chi è in scena, nella vita non fosse lei stessa vittima di traffico di esseri umani e sfruttamento della prostituzione, ed è invece ancora in grado di fantasticare sulla propria morte scegliendo per se il proprio epitaffio.

Di Gianluca De Col e Valeria Battaini

Con Valeria Battaini

Suoni Polliciopponibili

Luci Carlo Dall’Asta

Scatole di scena Alessadro Pagnoni/Atelier dell’Asilo Notturno San Riccardo Pampuri

Fotografo di scena Paolo Ferraglio

 

I progetti SPRAR “Brescia Provincia Aperta” e “Brescia Articolo 2”, in collaborazione con la Cooperativa K-Pax e le associazioni aderenti (ADL Zavidovici, Emergency, Amnesty International, Medici Senza Frontiere, Medicus Mundi, SVI, SCAIP, Cooperativa Tempo Libero, Cooperativa il Mosaico, ARCI, Consulta per la Pace di Brescia, Comitato Articolo 10), e con il patrocinio del Comune e della Provincia di Brescia, presentano la rassegna Umanità Migrante, volta alla sensibilizzazione e all’informazione della cittadinanza in tema di migrazioni e diritto all’asilo.
Umanità migrante propone incontri a cadenza mensile, presso il Teatro San Carlino di Brescia, durante i quali diversi aspetti del fenomeno migratorio vengono affrontati attraverso l’utilizzo di varie forme espressive quali ad esempio le arti figurative, la musica, la danza, il teatro, la letteratura.
Al fine di contribuire alla costruzione di una società cosciente, aperta e interculturale, la rassegna intende tracciare, ove possibile, confronti e parallelismi che possano porre in dialogo la realtà locale (bresciana ed italiana) con quella globale.