“VOGLIO L’AMORE” nel progetto Mutazioni


1 maggio 2022 | Cortile delle case di Via Mazzucchelli 2/4 - Brescia
Alle ore 16:30

TEATRO19

Presenta

VOGLIO L’AMORE

Performance a cura di Roberta Moneta nell’ambito del progetto Mutazioni

Con Daniele Armanelli, Lidiia Astapenko, Samuele Campelli, Paolo Celi, Mara Fritz, Marco Lucchini, Andrea Mondini, Cristina Parizzi, Adelina Pasotti, Alessandro Pedersini, Alessia Placido Rivolta, Martina Prandelli, Alvaro Tello Mediina, Elena Valicenti.

Sabato 30 aprile – Collina di Sant’anna (punto d’incontro località Santellone) – due repliche: 18.30 e 20.30

Domenica 1 maggio – Cortile delle case di Via Mazzucchelli 2/4 – una replica alle 16.30

La performance nasce grazie al sostegno del Comune di Brescia e della Fondazione ASM, alla collaborazione con i Servizi sociali Settore Ovest del Comune di Brescia – coordinamento MI.C.S. – e all’ospitalità dei condomini di via Mazzucchelli 2/4 e della Congrega della Carità Apostolica.

Voglio un amore è una breve performance che vede impegnati gli attori del laboratorio permanente di Teatro19.

Molto liberamente tratto dal Cantico dei Cantici, racconta l’esigenza di incontro, la voglia di riappropriarsi dei rapporti umani in un momento di profonda confusione e smarrimento. Quasi terminata la pandemia, con le sue sofferenze, i suoi racconti e l’isolamento, la cronaca ora racconta la guerra.

Tra ripartenze e stop, che lasciano senza parole, l’esperienza dell’amore, fisico-universale-intimo-sociale, è ciò che può mantenere a galla e dare un senso.

Ovunque.

Ma un luogo non è uguale a un altro. E così Voglio un amore esplora gli spazi, il buio e la luce.

Come si trasforma la performance, se vissuta in spazi diversi, in una collina, in mezzo alle case? Se vissuta nel buio? E come può una breve opera teatrale trasformare uno spazio, facendolo diventare luogo di incontro culturale? Questo è ciò che intende sperimentare Voglio l’amore, ed è uno dei punti della ricerca del progetto Mutazioni che a partire da giugno 2022 metterà radici in città.