LABORATORIO METAMORFOSI in CULTURE CARE per Bergamo – Brescia Capitale della Cultura 2023

Da gennaio 2023 – il martedì dalle 9.00 alle 13.00

Colab Torre Cimbue Torre Cimabue primo piano – Brescia, via Cimabue 18

In collaborazione con ASST Spedali Civili di Brescia

Il laboratorio che integra utenti del servizio ed attori professionisti (Valeria Battaini, Francesca Mainetti, Roberta Moneta), si apre a studenti universitari (in particolare a studenti delle discipline sanitarie) e attori professionisti o in formazione. Il percorso è teso alla messa in scena MACBELLUM, lo spettacolo tratto da “Macbetto” di Giovanni Testori e che debutterà a ottobre 2023 nella rassegna CULTURE CARE che verrà realizzata ad hoc nell’ambito del progetto, e che sarà parte del palinsesto di Bergamo – Brescia Capitale Della Cultura 2023.

PARTECIPAZIONE GRATUITA

informazioni e iscrizioni: info@teatro19.com – 327 7596755

 

CULTURE CARE – patto di coproduzione tra teatro, territorio ed enti di cura è un progetto di Teatro19 pensato per prendere il via nell’anno di Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023 e realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo, Comune di Brescia e Fondazione ASM.

Il progetto prevede il coinvolgimento di una rete di soggetti, che da alcuni mesi lavorano in sinergia alla coprogettazione e alla coproduzione: Associazione Arci Teatro19 APS Teatro19 (Brescia), La Rondine Società Cooperativa ONLUS (Brescia), Fondazione Emilia Bosis (Bergamo), ASST Spedali Civili di Brescia, ASST Franciacorta, CTB – Centro Teatrale Bresciano, Università degli Studi di Bergamo. Direzione artistica e progettuale: Valeria Battaini, Francesca Mainetti, Roberta Moneta

Il progetto vuole contribuire ad un cambio di sguardo sul rapporto fra teatro e salute mentale, tra gli enti di cura e gli enti culturali, che insieme si prendono cura di un nuovo modo di fare cultura, supportati dagli enti territoriali. Prevede una proposta di eventi teatrali d’arte e partecipativi, co-progettati e co-prodotti da artisti, operatori, utenti dei servizi e cittadini. Vuole veicolare un messaggio che permetta di riconoscere la salute come un concetto inscindibile dalla partecipazione dell’individuo alla società. Vuole porre l’accento sulla capacità di promozione di salute mentale della cultura in quanto tale, e influire sull’eliminazione di confini invisibili che ancora separano, allontanano dalla cultura e stigmatizzano chi soffre di disturbi psichiatrici.

Fra le iniziative che lo compongono (co-produzione di azioni di piazza e nelle biblioteche, tra Brescia, Rovato e Verdello; incontri di co-progettazione; azioni di sensibilizzazione; produzione di un nuovo spettacolo con utenti dei servizi per la salute mentale; realizzazione di una rassegna teatrale specifica) garantirà in particolare che laboratori teatrali, sino ad ora chiusi all’interno dei servizi per la salute mentale, vengano aperti ai cittadini e agli studenti universitari ed è proprio con questa finalità che si aprono il Laboratorio Metamorfosi, il Laboratorio Base e Culture Care Lab Franciacorta