Drammaturgia e regia Roberta Moneta
Scene e oggetti di scena Alessandro Conti
Con Francesca Mainetti e Roberta Moneta
Potenzius, un uomo strano, un uomo cattivo, duro, inflessibile ha preso il potere e vuole vietare il Natale. Cancellarlo dalla faccia della Terra, distruggerlo, colpire i suoi simboli, le manifestazioni, cancellare l’essenza del Natale. Niente uomini buoni. Nessuna luce, nessun presepe, nessun bambino che nasce per salvare il mondo. Niente Babbo Natale, nessun regalo. Niente più Storia. Ma c’è la Resistenza Natalizia, una setta segreta e silenziosa con adepti molto determinati capeggiati dalla furbetta Resi, che si batte per salvare la Festa attraverso i libri, i simboli e le luci. E allora sono Dickens e i cibi natalizi, la Bibbia e la vera storia di Babbo Natale, la letteratura classica, la moderna, la poesia, la storia e la fantasia, a provare a salvare la festa più amata dai bambini. La Resistenza Natalizia riuscirà a convincere lo strano uomo non solo a ricredersi sul divieto, ma a partecipare alla festa? Per saperlo basta attendere la fine de “La guerra silenziosa del Natale”. Una guerra non violenta senza esclusione di colpi… di scena!!!

Spettacolo adatto a bambini e famiglie